domenica 22 maggio 2011

Anche questa volta la fine del mondo non è arrivata: è in ritardo di due millenni

Harold Camping aveva convinto migliaia di americani che il 21 maggio 2011 ci sarebbe stato il «Rapimento», l'ascesa al cielo dei cristiani salvati che precederebbe, secondo l'Apocalisse di Giovanni, la fine del mondo vera e propria.


Ovviamente la previsione si è dimostrata sbagliata. Ovviamente tutti prenderanno, giustamente, per i fondelli Camping e quelli che da lui si sono fatti prendere in giro.

Tra le migliori satire sul fallimento della sua profezia c'è questo video (ovviamente in inglese):


Meno divertente sarà il pensiero di tutta quella gente che si è dimessa dal lavoro, che ha venduto tutto e che per qualche mese è andata in giro a cercare di convincere altre persone dell'evento che si sarebbe dovuto manifestare ieri; non riesco proprio a divertirmi, pensando a tutte queste vite «demolite» dalla credenza in un'idiozia del genere.

Molte di queste persone saranno così scosse da riconoscere Camping per quello che è, un ciarlatano, e da abbandonare il suo gruppo per tentare di rifarsi una vita. In bocca al lupo a loro.

Altre persone, invece, razionalizzeranno questo fallimento, ad esempio convincendosi che Camping avesse ragione, ma che le preghiere dei buoni cristiani abbiano rimandato l'evento, o che vi sia un errore di conto, e che la profezia vada ri-datata (del resto nel 1992 aveva previsto il Rapimento per il 1994). Lungi dall'accettare di essere state ingannate, queste persone rafforzeranno la propria convinzione, contro ogni evidenza empirica, scendendo ancor più nella spirare dell'auto-suggestione.

Infine, tutti quelli che hanno razionalmente rigettato la profezia di Camping, o che l'hanno comunque considerato l'ennesimo invasato, non saranno sorpresi di scoprire che in passato molti hanno predetto la fine del mondo per un ben determinato periodo, fallendo poi clamorosamente. Un elenco è a questo indirizzo; ma attenzione, è incompleto, in quanto vi manca la prima e più clamorosa profezia fasulla sulla fine del mondo, direttamente dal Nuovo Testamento:
«In verità vi dico: vi sono alcuni tra i presenti che non morranno finché non vedranno il Figlio dell'uomo venire nel suo regno» Vangelo secondo Matteo 16:28
Ciò nonostante, l'autore di questa profezia non avveratasi è considerato come capo spirituale di centinaia di milioni di persone; anche loro, leggendo questa profezia, ne razionalizzano il fallimento, anche loro, come i seguaci di Camping, si illudono.

«After the rapture», RichardDawkins.net, 22 maggio 2011; Jerry Coyne, «We're still here!», Why Evolution Is True, 21 maggio 2011. L'immagine The Rapture è di Austin White (CC-by-2.0); la foto Are you ready for the Rapture? è di Marc Nozell (CC-by-nc-sa-2.0).

8 commenti:

  1. Il grande appuntamento resta per il 21/12/2012 ma anche qui già son pronti quelli che problematizzano su cosa significhi "fine" ... esattamente.

    In un certo senso, il mondo spesso cambia talmente che in effetti "finisce" e ricomincia, in occasione degli eventi epocali.

    _______


    Riguardo la chiusa nonché la chiosa del post ... teniamo conto che Gesù (va be',ci sono storici che dicono che non sia mai esistito, ma prendiamo per buona la tradizione ...) parlava sin troppo metaforico perfino per i suoi contemporanei, e quindi c' è da chiedersi: cosa significa "morte" in quel contesto ?

    _______

    In ogni caso, donde credi che venga il mito POPOLARE dell' "Ebreo Errante" ? ... Proprio dall' interpretazione letterale evangelica che qualcuno vivo ai tempi di Gesù _ e quindi Ebreo_ sia ancora vivo a tutt'oggi ...

    ... Ma se mi svilisci il mito a favoletta, più che invitarti a leggerti qualsiasi cosa del non certo bigotto Mircea Eliade non so che fare!

    __________

    Nessuna metafora da decriptare ?
    ... Allora degna di un post (!) anche Zecharia Sitchin e la sua visione paleocontattista. Potrei indicarti anche Valentino Compassi, ma si concentra su Buddhismo e Induismo, perciò non so se possa interessarti.


    ----

    Davide

    RispondiElimina
  2. http://www.youtube.com/watch?v=tzBJnOJkj68

    ... perché emotivamente la religione esisterà sempre, nonostante certe critiche razionaliste ;-)

    Davide

    RispondiElimina
  3. No, sig. Davide, nonostante la realtà.

    Saluti

    http://www.youtube.com/watch?v=Z9XU6ybTEhg

    http://www.youtube.com/watch?v=jJx5ufF7wD4&feature=related

    http://www.youtube.com/watch?v=FTHCxSHu79U

    RispondiElimina
  4. E' interessante ricordare che il passo di Matteo che citi è quello che ha ispirato il mito antisemita dell'Ebreo Errante (se lui sarà vivo al tempo dell'Apocalisse, la profezia manterrà l'esattezza)...

    RispondiElimina
  5. Nonostante,appunto ...

    Davide

    RispondiElimina
  6. Prima del Grande Senso di Colpa di Massa Europeo legato alla Shoah gli Ebrei non erano mai piaciuti troppo a nessuno ... con la Questione IsraeloPalestinese è in certi àmbiti reiniziato un revival a patto però di chiamarli "Sionisti" , uniche eccezioni di nicchia Maurizio Blondet e affini, che continuano a dire "Giudei" ma ridicolmente negano di essere AntiSemiti.

    Davide

    RispondiElimina
  7. Fine del mondo rimandata di 5 mesi.

    RispondiElimina