mercoledì 23 marzo 2011

Se questo è un vicepresidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche...

Roberto De Mattei è vicepresidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Con questa qualifica, dovrebbe essere il fior fiore della ricerca italiana, un luminare della scienza e una persona di specchiata moralità.

E chi è De Mattei?
  • un professore di Storia del Cristianesimo e della Chiesa presso l’Università Europea di Roma, un'università in cui la laurea specialistica in Storia ha come unico indirizzo quello di Civiltà cattolica (e appartenente al gruppo tradizionalista cristiano dei Legionari di Cristo);
  • un creazionista, che crede quindi che il mondo sia stato creato e che l'evoluzione non sia vera, tanto da organizzare una conferenza contro l'evoluzione presso il CNR;
  • un credente che odia gli atei, che secondo lui dovrebbero vivere come animali;
  • un credente che sostiene che i terremoti e i maremoti sono «la voce terribile ma paterna della bontà di Dio».
Ma davvero questa persona è adatta a rappresentare la scienza italiana?

Aggiornamento: è stato dato il via ad una petizione per la rimozione di De Mattei. Non sono fiducioso in questo genere di strumento, ma in questo caso una firma ce la metto: http://www.petizionionline.it/petizione/dimissioni-del-vicepresidente-del-cnr-roberto-de-mattei/3730

In onore di uno dei commentatori, che lamentava l'assenza di fonti non faziose, ecco la registrazione dell'intervento di De Mattei:

Ecco, invece, l'inizio del discorso di De Mattei:
Dice Mons. Mazzella, che in primo luogo le grandi catastrofi sono una voce terribile ma paterna della bontà di dio, che ci scuote e ci richiama col pensiero ai nostri grandi destini, al fine ultimo della nostra vita, che è immortali. 
Infatti, se la Terra non avesse pericoli, dolori, catastrofi, la Terra eserciterebbe su di noi un fascino irresistibile, non ci accorgeremmo che essa è un luogo di esilio, e dimenticheremmo troppo facilmente che noi siamo cittadini del cielo.
Aggiornamento 2 (2 aprile): Segnalo il post di Giovanni Bazzana, «De Mattei o del "fondamentalismo" cattolico», in cui il professore fa notare come le critiche portate a De Mattei sulla base delle sue parole sul terremoto non siano sufficienti a chiederne le dimissioni da vicepresidente del CNR; più gravi, da questo punto di vista, sono le sue posizioni preconcette sull'evoluzione, da lui rigettata in quanto incompatibile con l'esistenza di Adamo ed Eva, richiesta dalle Sacre Scritture. Consiglio di leggere il post di Bazzana.

9 commenti:

  1. Diciamo che è un tizio che sta li perchè è perfettamente il linea con l'accozzaglia catto-clerical-fascista che da quasi 20 anni sta facendo tornare indietro l'Italia fino al Medioevo. E' funzionale agli interessi vaticani, non alla scienza italiana, che, del resto, la stessa cricca politica sta distrugendo con tagli sistematici ai finanziamenti.

    RispondiElimina
  2. De Mattei al CNR ce lo ha piazzato la politica,non è stato scelto per una competenza specifica,ergo,oltre a chiederne giustamente le dimissioni,bisognerebbe pure prendersela con quella parte di politica catto-talebana che ce lo ha piazzato (quella stessa parte politica che vuole rendere la visione cattolica del testamento biologico una legge di stato).

    Claudio

    RispondiElimina
  3. è buona prassi, nel citare, riferirsi alle fonti originali, al fine di contestualizzare, e non ad una e unica fonte secondaria, tra l'altro evidentemente faziosa (UAAR).

    Saluti

    anpo

    RispondiElimina
  4. @anpo: le fonti sono contenute nei link presentati. A meno che lei non stia insinuando che le registrazioni di Radio Maria siano faziose come l'UAAR.

    Detto questo, non posso non notare che ciò che l'unica contestazione che è riuscito a muovermi è quella dei links; bene, vuol dire che neppure chi trova fazioso l'UAAR riesce a smentire quanto sta scritto nel post.

    RispondiElimina
  5. Ma poi che cazzo c'entra uno che insegna storia del cristianesimo con un'istituto di ricerca scientifica come il CNR? Sta cosa è proprio farsesca,è come se si mettesse un idraulico a dirigere la clinica di cardiologia di un qualsivoglia policlinico.

    Claudio

    RispondiElimina
  6. A me che pare che sia l'autore di questo blog demenziale ad odiare i cattolici e non già il Prof De Mattei a odiare gli atei.

    Lo dimostra un fatto incofutabile: che "Il Censore" contesta al Prof. la sua fede cattolica e non già le sue tesi storiche.

    RispondiElimina
  7. «"Il Censore" contesta al Prof. la sua fede cattolica e non già le sue tesi storiche.»

    Le sue tesi storiche? Tipo quella che a far cadere l'Impero romano sono stati gli omosessuali?

    RispondiElimina
  8. ruggero romani5 aprile 2011 19:59

    io avrei una spiegazione alternativa alla caduta dell'impero romano.visto che i visigoti,i vandali e i burgundi erano ariani,forse dio all'epoca apprezzava il concilio di rimini più di quello di nicea...

    RispondiElimina