lunedì 14 marzo 2011

«Gesù disse che alcune persone sono nate omosessuali»

Di solito l'accostamento tra Bibbia e omosessualità è alquanto pericoloso.

Questo vale sia che si prenda alla lettera e si consideri in vigore l'ordine dato da Dio di uccidere gli omosessuali (maschi) in Levitico 20:30:
Se uno ha rapporti con un uomo come con una donna, tutti e due hanno commesso un abominio; dovranno essere messi a morte; il loro sangue ricadrà su di loro.
sia che quelle norme siano usate da sostegno per affermare che (Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede, Dich. Persona humana, 8, citato nel Catechismo della Chiesa cattolica, 2357):
gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati.

Talvolta, però, alcuni cristiani si rendono conto, forse inconsciamente, dell'enormità delle loro posizioni, e riescono a trovare nei  vangeli le pezze d'appoggio per una visione più umana e umanitaria degli omosessuali. Onore a loro, in questo caso all'americana Jesus Metropolitan Community Church, che ha messo su anche un sito, Would Jesus Discriminate?, «Gesù discriminerebbe?».

Queste sono le argomentazioni presentate da questi cristiani anti-discriminazione in favore degli omosessuali.



Gesù aiutò una coppia omosessuale

Il primo brano è un miracolo di Gesù, narrato nel Vangelo secondo Matteo, capitolo 8:
5 Entrato in Cafarnao, gli venne incontro un centurione che lo scongiurava: 6 «Signore, il mio servo giace in casa paralizzato e soffre terribilmente». 7 Gesù gli rispose: «Io verrò e lo curerò». 8 Ma il centurione riprese: «Signore, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto, di' soltanto una parola e il mio servo sarà guarito. 9 Perché anch'io, che sono un subalterno, ho soldati sotto di me e dico a uno: Va', ed egli va; e a un altro: Vieni, ed egli viene; e al mio servo: Fa' questo, ed egli lo fa».
10 All'udire ciò, Gesù ne fu ammirato e disse a quelli che lo seguivano: «In verità vi dico, presso nessuno in Israele ho trovato una fede così grande. 11 Ora vi dico che molti verranno dall'oriente e dall'occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli, 12 mentre i figli del regno saranno cacciati fuori nelle tenebre, ove sarà pianto e stridore di denti». 13 E Gesù disse al centurione: «Va', e sia fatto secondo la tua fede». In quell'istante il servo guarì.
Da dove viene l'interpretazione pro-omosessuali? Secondo il sito, la parola greca con la quale il centurione indica l'ammalato, pais, può significare «figlio», «servo» o «amante (maschio) del padrone» (le fonti fornite sono: K.J. Dover, Greek Homosexuality, Harvard University Press, Cambridge, 1978, p. 16; Bernard Sergent, Homosexuality in Greek Myth, Beacon Press, Boston, 1986, p. 10). Il centurione, in altre parole, avrebbe acquistato uno schiavo per farsene un'amante.

Secondo gli autori, Gesù avrebbe quindi aiutato una coppia omosessuale, senza criticarne la vita insieme, lodando la fede del centurione.

Gesù disse che alcune persone nascono omosessuali

Il secondo brano citato per dimostrare che Gesù non aveva nulla contro gli omosessuali proviene sempre dal Vangelo secondo Matteo, capitolo 19. Gesù ha appena proibito il divorzio tra uomo e donna; i discepoli non sembrano contenti del nuovo comandamento:
10 Gli dissero i discepoli: «Se questa è la condizione dell'uomo rispetto alla donna, non conviene sposarsi». 11 Egli rispose loro: «Non tutti possono capirlo, ma solo coloro ai quali è stato concesso. 12 Vi sono infatti eunuchi che sono nati così dal ventre della madre; ve ne sono alcuni che sono stati resi eunuchi dagli uomini, e vi sono altri che si sono fatti eunuchi per il regno dei cieli. Chi può capire, capisca».

Gesù presenta tre ragioni, per le quali un uomo dovrebbe non sposarsi:
  1. essersi fatto «eunuco per il regno dei cieli», verosimilmente interpretabile alla rinuncia del matrimonio per andare in paradiso (anche se il Padre della Chiesa Origene lo interpretò come un invito ad auto-evirarsi, invito che accettò);
  2. essere stato reso «eunuco dagli uomini», verosimilmente un riferimento all'antica pratica della castrazione dei giovinetti;
  3. essere «nato eunuco dal ventre della madre».
Quest'ultimo punto è interpretato dalla Jesus Metropolitan Community Church come un riferimento agli omosessuali, nati così nel ventre della madre.

E molti altri riferimenti...

Altri riferimenti positivi agli omosessuali sarebbero inclusi nell'Antico e nel Nuovo Testamento: un omosessuale fu accolto dagli apostoli nella Chiesa delle origini (Atti degli apostoli, 8:26-40) e una delle figure femminili di maggior spicco, Rut, amava Naomi come Adamo amava Eva (Rut 1:14).

Brani che normalmente sarebbero interpretabili come diretti contro gli omosessuali, sono re-interpretati in modo tale da non essere così negativi: è il caso della negazione del Regno dei Cieli agli uomini effeminati (1Corinzi 6:9-10), dell'episodio di Sodoma e Gomorra (Genesi 19), del comandamento di non giacere con uomo come si fa con donna (Levitico 18:22 e 20:13) e altri.


Ciò che questa Chiesa sta facendo è degno di lode: cerca di convincere i cristiani che gli omosessuali non sono né persone dannate né «intrinsecamente disordinate». Non posso non pensare a quanta sofferenza potrebbe essere risparmiata agli omosessuali se questo punto di vista fosse adottato da tutti i cristiani; e mi riferisco sia alla sofferenza inflitta agli omosessuali dai cristiani, sia a quella auto-inflitta dai cristiani omosessuali a sé stessi.

Quello che non posso non notare, però, è come questo avvenga: attraverso un'interpretazione ad hoc dei testi usati da tutti i cristiani, inclusi quelli che ci leggono una condanna dell'omosessualità. Gli stessi, identici,testi «sacri» vengono quotidianamente letti da miliardi di cristiani, che ci trovano ognuno conferma di ciò che già credono: dalla condanna alla dannazione eterna degli omosessuali, nel caso dei conservatori, al loro essere «disordinati», nel caso dei cattolici, fino alla loro accoglienza, come avviene nel caso dei cristiani liberali.

Che ciascun credente trovi nella Bibbia conferma di ciò in cui già crede, oltre ad essere evidente da casi come questo, è stato provato scientificamente: si veda l'articolo «Ciò che tu vuoi, Dio lo vuole». Che questo sia un problema, credo sia evidente: non possiamo aspettarci che la presunta «bontà» del Dio della Bibbia renda i credenti più buoni, perché ogni credente trova conferma delle proprie idee in quel libro.

L'unica speranza che abbiamo è che tutte le persone comprendano che la religione non è una fonte affidabile di moralità, e che ogni persona deve sforzarsi di operare il bene senza fare affidamento su entità ultraterrene.

32 commenti:

  1. Scusate, ma sono forzature incredibili. Ora, se uno vuole essere ateo, che lo sia pure. Tutto il rispetto. Che uno voglia essere, o sia di fatto omosessuale, che lo sia pure, tutto il rispetto. Ma volere fare dire a Gesù o addirittura a Dio cose che non ha mai detto o voluto dire, mi sembra veramente come si dice volgarmente "volere la botte piena e la moglie ubriaca". Ci sono innumerevoli passi nella Bibbia che qui nonvengonomenzionati, nei quali l'omossessualità è chiaramente condannata. Non si rimuovono i sensi di colpa con le forzature e le falsità. Il rispetto è dovuto a tutti, ma per favore, ognuno stia nel proprio ambito e non pretenda di giustificare ciò che è e fa, usando impropriamente pensieri altrui, che è poi una manifestazione di debolezza ed insicurezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo,

      voglio sottolineare come lo scopo dell'articolo non è dimostrare che Gesù non condannasse gli omosessuali, ma che dei cristiani siano stati in grado di ribaltare il giudizio sull'omosessualità usando le sue stesse (presunte) parole, e che dunque queste parole non possono essere usate come base della moralità (era scritto alla fine dell'articolo, l'ha letto?).

      Gesù era favorevole o contrario all'omosessualità? Non lo so. Il Nuovo Testamento può essere usato per far dire ciò che vogliamo? Sì, e questa è una delle dimostrazioni.

      Quanto al "pretendere di giustificare ciò che si è o si fa, usando impropriamente pensieri altrui", beh, è esattamente ciò che fanno tutti i credenti, dato che «Ciò che tu vuoi, Dio lo vuole»

      Elimina
    2. Mi può citare dove l'omosessualità viene citata come un peccato? Mi risulta che quei passi siano inseriti in un contesto e che solo l'ignoranza può portare a sostenere che la Bibbia dica che Dio è un incapace che ha sbagliato tutto nel creare l'omosessualità Si rende conto che il suo giudizio morale nei confronti di Dio è una bestemmia?

      Elimina
    3. Gesù condanna l'omosessualità facendo riferimento a Sodoma che fra tutti i peccati che aveva c'era anche l'omosessualità. Sul tema omosessualità non parla chiaramente ed esplicitamente, dice solo: Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento. (Matteo 5:17)

      non saprei da che parte cominciare, dunque:
      « 22Non ti coricherai con un uomo come si fa con una donna: è cosa abominevole. 24Non rendetevi impuri con nessuna di tali pratiche, poiché con tutte queste cose si sono rese impure le nazioni che io sto per scacciare davanti a voi. 29Chiunque praticherà qualcuna di queste abominazioni, ogni persona che le commetterà, sarà eliminata dal suo popolo. » (Levitico 18,22;24;29)
      « Se uno ha rapporti con un uomo come con una donna, tutti e due hanno commesso un abominio; dovranno essere messi a morte: il loro sangue ricadrà su di loro. » (Levitico 20,13)
      « "Perciò Dio li ha abbandonati all'impurità secondo i desideri del loro cuore, tanto da disonorare fra loro i propri corpi, perché hanno scambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno adorato e servito le creature anziché il Creatore, che è benedetto nei secoli. Amen.

      Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; infatti, le loro femmine hanno cambiato i rapporti naturali in quelli contro natura. Similmente anche i maschi, lasciando il rapporto naturale con la femmina, si sono accesi di desiderio gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi maschi con maschi, ricevendo così in se stessi la retribuzione dovuta al loro traviamento. E poiché non ritennero di dover conoscere Dio adeguatamente, Dio li ha abbandonati alla loro intelligenza depravata ed essi hanno commesso azioni indegne: sono colmi di ogni ingiustizia, di malvagità, di cupidigia, di malizia; pieni d'invidia, di omicidio, di lite, di frode, di malignità; diffamatori, maldicenti, nemici di Dio, arroganti, superbi, presuntuosi, ingegnosi nel male, ribelli ai genitori, insensati, sleali, senza cuore, senza misericordia. E, pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte, non solo le commettono, ma anche approvano chi le fa." » (Rom 1,24-28.32)

      « O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio. » (1 Corinzi 6,9.10)
      « Sappiamo anche che la legge è fatta non per il giusto ma per gl' iniqui ed i ribelli, per gli empi ed i peccatori, per i sacrileghi e gl' irreligiosi, per coloro che uccidono padre e madre, per gli omicidi, per i fornicatori, per i sodomiti, per i mercanti di schiavi, per i bugiardi, per gli spergiuri e per ogni altra cosa contraria alla sana dottrina » (1 Timoteo 1,10)

      « Voi, mogli, state sottomesse ai mariti, come si conviene nel Signore. Voi, mariti, amate le vostre mogli e non inaspritevi con esse. » (Colossesi 1,18-19)


      Elimina
    4. Gli ultimi due commenti degli anonimi cristiani dimostrano in pieno che ho ragione: usano lo stesso libro, la Bibbia, per dimostrare l'uno che Gesù non condanna l'omosessualità (e che in caso contrario si bestemmierebbe Dio accusandolo di aver creato un mondo imperfetto!!), l'altro per dimostrare il contrario (citando leggi dal Levitico che sarebbero ancora valide, quando altre dallo stesso libro, ad esempio quelle sui tessuti...).

      QED

      Elimina
  2. pseudo-logica ridicola!

    RispondiElimina
  3. Gesù ama immensamente tutti,e se un omosessuale soffre a causa della condanna che sente da parte della religione,io soffro con lui,perchè mi immedesimo(anche se sono etero) e vorrei si sentisse amato dagli uomini come Gesù lo ama.Credo comunque che Gesù non approvasse la pratica omosessuale,che volendo possono esercitare anche due etero tra loro,per seguire anche un impulso passeggero.Io credo che questo venga condannato:non la condizione di omosessuale,che in natura è sempre esistita, ma il comportamento che l'omosessuale può adottare nel vivere la sua condizione.Anche il sesso non finalizzato alla procreazione viene visto come sbagliato visto che non conduce allo scopo per cui Dio l'ha costituito...ma chi può definirsi santo?bisogna pensare che siamo tutti peccatori e perciò non si può giudicare nessuno.Ci sono peccati molto più gravi di quelli della carne. Anch'io etero,seguendo la Fede,posso peccare secondo la carne.L'unica cosa che non mi spiego è questa: come si può pretendere una condizione di castità a vita da una persona sicura di avere un'identità omosessuale da sempre?è questo il grande interrogativo:la castità non la puoi imporre,deve essere frutto di una scelta,perciò come la puoi pretendere da una persona che per sua natura non è fatta per il matrimonio e i figli?costui non potrà mai tutta la vita esercitare la sua affettività?un omosessuale si troverebbe a vivere con un senso di colpa perenne,se segue alla lettera il concetto di peccato cristiano.Si può condannare una persona a questo?Gesù può volere una cosa simile?è questo che mi chiedo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai centrato il punto e hai parlato saggiamente e col cuore.

      Elimina
    2. Grazie, espresso perfettamente quello che provavo e non ero in grado di articolare in maniera fluida.

      Elimina
  4. Gesù ama immensamente tutti,e se un omosessuale soffre a causa della condanna che sente da parte della religione,io soffro con lui,perchè mi immedesimo(anche se sono etero) e vorrei si sentisse amato dagli uomini come Gesù lo ama.Credo comunque che Gesù non approvasse la pratica omosessuale,che volendo possono esercitare anche due etero tra loro,per seguire anche un impulso passeggero.Io credo che questo venga condannato:non la condizione di omosessuale,che in natura è sempre esistita, ma il comportamento che l'omosessuale può adottare nel vivere la sua condizione.Anche il sesso non finalizzato alla procreazione viene visto come sbagliato visto che non conduce allo scopo per cui Dio l'ha costituito...ma chi può definirsi santo?bisogna pensare che siamo tutti peccatori e perciò non si può giudicare nessuno.Ci sono peccati molto più gravi di quelli della carne. Anch'io etero,seguendo la Fede,posso peccare secondo la carne.L'unica cosa che non mi spiego è questa: come si può pretendere una condizione di castità a vita da una persona sicura di avere un'identità omosessuale da sempre?è questo il grande interrogativo:la castità non la puoi imporre,deve essere frutto di una scelta,perciò come la puoi pretendere da una persona che per sua natura non è fatta per il matrimonio e i figli?costui non potrà mai tutta la vita esercitare la sua affettività?un omosessuale si troverebbe a vivere con un senso di colpa perenne,se segue alla lettera il concetto di peccato cristiano.Si può condannare una persona a questo?Gesù può volere una cosa simile?è questo che mi chiedo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Io credo che questo venga condannato:non la condizione di omosessuale,che in natura è sempre esistita, ma il comportamento che l'omosessuale può adottare nel vivere la sua condizione."

      Ma se la condizione di omosessualità è naturale, perché Dio la condanna? Se Dio ha operato in modo che alcune persone siano attratte da persone del proprio sesso, perché poi le punisce se fanno tra loro ciò che persone di sesso differente fanno tra loro? E poi, cosa ci sarebbe di immorale in un rapporto sessuale tra persone dello stesso sesso?

      "L'unica cosa che non mi spiego è questa: come si può pretendere una condizione di castità a vita da una persona sicura di avere un'identità omosessuale da sempre?"

      Forse chi lo pretende non è un Dio onnisciente e infinitamente buono...

      Elimina
    2. Dio non condanna gli uomini dal nuovo testamento in poi. Perché dovremmo farlo noi?
      Io credo che ognuno sia libero di fare ciò che sente, nel rispetto e nell'amore verso il prossimo.
      Parlo da credente.

      Elimina
    3. Sono contento che lei non voglia condannarli. Non mi risulta però che il Nuovo Testamento contenga un'abolizione esplicita della condanna a morte per gli omosessuali, così come fa, invece, per il sabato; per quale motivo?

      Elimina
    4. Veramente il vangelo dice in assoluto di non giudicare. A parte la bibbia che nei 10 comandamenti dice "Non uccidere". E non dice "Non uccidere, ma...".
      Eppoi vorrei ricordare Romani 14: 1-23

      1Accogliete chi è debole nella fede, senza discuterne le opinioni. 2Uno crede di poter mangiare di tutto; l’altro, che invece è debole, mangia solo legumi. 3Colui che mangia, non disprezzi chi non mangia; colui che non mangia, non giudichi chi mangia: infatti Dio ha accolto anche lui. 4Chi sei tu, che giudichi un servo che non è tuo? Stia in piedi o cada, ciò riguarda il suo padrone. Ma starà in piedi, perché il Signore ha il potere di tenerlo in piedi.
      5C’è chi distingue giorno da giorno, chi invece li giudica tutti uguali; ciascuno però sia fermo nella propria convinzione. 6Chi si preoccupa dei giorni, lo fa per il Signore; chi mangia di tutto, mangia per il Signore, dal momento che rende grazie a Dio; chi non mangia di tutto, non mangia per il Signore e rende grazie a Dio. 7Nessuno di noi, infatti, vive per se stesso e nessuno muore per se stesso, 8perché se noi viviamo, viviamo per il Signore, se noi moriamo, moriamo per il Signore. Sia che viviamo, sia che moriamo, siamo del Signore. 9Per questo infatti Cristo è morto ed è ritornato alla vita: per essere il Signore dei morti e dei vivi.
      10Ma tu, perché giudichi il tuo fratello? E tu, perché disprezzi il tuo fratello? Tutti infatti ci presenteremo al tribunale di Dio, 11perché sta scritto:
      Io vivo, dice il Signore:
      ogni ginocchio si piegherà davanti a me
      e ogni lingua renderà gloria a Dio.
      12Quindi ciascuno di noi renderà conto di se stesso a Dio.
      13D’ora in poi non giudichiamoci più gli uni gli altri; piuttosto fate in modo di non essere causa di inciampo o di scandalo per il fratello.
      14Io so, e ne sono persuaso nel Signore Gesù, che nulla è impuro in se stesso; ma se uno ritiene qualcosa come impuro, per lui è impuro. 15Ora se per un cibo il tuo fratello resta turbato, tu non ti comporti più secondo carità. Non mandare in rovina con il tuo cibo colui per il quale Cristo è morto! 16Non divenga motivo di rimprovero il bene di cui godete! 17Il regno di Dio infatti non è cibo o bevanda, ma giustizia, pace e gioia nello Spirito Santo: 18chi si fa servitore di Cristo in queste cose è bene accetto a Dio e stimato dagli uomini.
      19Cerchiamo dunque ciò che porta alla pace e alla edificazione vicendevole. 20Non distruggere l’opera di Dio per una questione di cibo! Tutte le cose sono pure; ma è male per un uomo mangiare dando scandalo. 21Perciò è bene non mangiare carne né bere vino né altra cosa per la quale il tuo fratello possa scandalizzarsi.
      22La convinzione che tu hai, conservala per te stesso davanti a Dio. Beato chi non condanna se stesso a causa di ciò che approva. 23Ma chi è nel dubbio, mangiando si condanna, perché non agisce secondo coscienza; tutto ciò, infatti, che non viene dalla coscienza è peccato.

      Nessuno ha il diritto di giudicare il servo di qualcun altro.

      Elimina
  5. Predica Di un Anonimo pt1. Daaaai gente! Dio è infitamente buono punto e basta, quindi non ha niente contro gli omosessuali. Noi mortali siamo fessacchiotti e i testi sacri li abbiamo trascritti male, mi sembra ovvio. Dio, tramite Gesù Cristo, viene è venuto e verrà a spiegarci com'è fatta l'eternità e cosa farci, con quest'eternità. Vogliamo un'eternità fatta di coccole o un'eternità fatta di proibizioni? La fede si vive con il cuore, non con la testa. Magari una sinergia tra emozione e ragione, ma se provi a ragionarci davvero ne esci ateo, e questo è male :-). Che pizza sta'storia di "cosa Dio vuole da noi" ed è ovvio che Dio vuole quello che vogliamo noi, perchè Dio VUOLE che gli si chieda quello che veramente vogliamo. E'OVVIO che nei testi sacri ognuno trova quello che vuole, perchè sono SACRI e MAGICI. I vangeli poi sono i più sacri, e dunque i più magici, ed hanno dunque tutte le risposte a tutte le domane, le più oneste, le più dolci, le più malvagie, le più buone. Il problema degli atei è che, essendo per lo più gente colta, sono abituati a manuali e saggistica. I testi sacri non sono manuali e non sono dei saggi. Dicono tutto e il contrario di tutto, perché tutto E' il contrario di tutto. Gesù resuscitava la gente, tramutava l'acqua in vino ecc. ecc. e queste sono MAGIE, e la magia non si può spiegare. Davvero, ogni volta mi stupisco che ci siano credenti (ed io lo sono) che cercano di trarre dal portato di fede lezioni utili sulla sessualità o altre attività così ininfluenti sull'ordine generale dell'eternità. Bho? E anche gli atei che si sbattono per negare l'esistenza di Dio. Bho? Che vi frega? Ok, penso possa essere divertente per un'po', ma poi? Combattete contro Papa Francesco, lui è il vero nemico, non contro Gesù, che è Dio, e dunque oltre ad essere troppo potente per voi (lui ha le magie, voi no) è anche un tipo veramente a posto che si è fatto crocifiggere (che non è proprio una cosa divertente) proprio per dimostrarci che qualsiasi cosa puoi fare non puoi battere l'amore (e sopratutto non puoi battere le magie potentissime di cui Dio dispone, che volendo possiamo chiamare miracoli). Davvero. E'un offesa alla religione incaponirsi su queste cose. Un offesa alla cultura occidentale genuina e all'intelligenza umana, anche, sia che si parta dal presupposto che tale intelligenza è un dono divino oppure un frutto dell'evoluzione (che poi è la stessa cosa, perchè vai tu a spiegarti come funziona una magia/miracolo e perchè Dio ha voluto che funzionasse in un certo modo piuttosto che in un altro!). Insomma, è proprio da schiappe. L'intelligenza serve a spiegare una serie di cose e costruire una serie di argagni che rendono la vita sempre più facile, fino a quando la vita sulla terra non sarà così facile che diremo: "Cavolo! Ma è il paradiso in terra!" e allora arriverà Gesù e dirà: (suspance)

    RispondiElimina
  6. E io che avevo detto vezzi? Che il regno di dio passa per il cuore degli uomini, è nel cuore degli uomini. Ma è ovvio che non potevo dire passa per il cervello e tutta una serie di innovazioni e scoperte tecnologiche, perchè dei caprai palestinesi del primo secolo dopo me non potevano capirle, e quindi per mettergliela giù facile ho detto "cuore". Ora che la gerusalemme celeste è sulla terra tutto torna e possiamo sciogliere l'eternità e vedrete cosa succede.(qui finisce quello che Dio dirà agli uomini nell'ultimo giorno e ricomincia il mio discorso). Capito? E state li ad imparanoiarvi su gay, non gay, latte con la carne, maiale non maiale, pasqua il quattordici di Nisan oppure la prima domenica dopo la prima luna piena dopo il solstizio di primavera, soluzioni soteriologiche per grazia o per opere. Ooooh, ma scherziamo? Ma vi prendete sul serio? Cos'è Dio secondo voi, un mix fra un vigile urbano, un consulente matrimoniale e un terminator sionista con un forte odio per gli egiziani? cosa credete che sia gesù? una specie di frikkettone che trallaualla l'amore è bello ecc. ecc.? Cose da pazzi! Fate il gioco del papa, di Hezbollah e dei nazisti con sti discorsi. Veramente, una vergogna.

    RispondiElimina
  7. Ma quante cavolate che dite! Dio condanna il peccato dell omosessualita' (come tutti gli altri peccati) e voi fate finta che parli 'tanto per parlare'.
    Seconda cosa, Dio ha creato tutte le cose buone, MA dopo il peccato originale TUTTO e' cambiato... qui siamo nell inferno, satana e' il principe di questo mondo... se uno vuol seguire Cristo, impugni la propria crocee lo segua (invece di continuare a PRETEDERE di voler fare sesso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lollossi 'NON HAI PAROLE'? IMPARA. L'IGNORANZA NON E' COSA BUONA.
      https://www.youtube.com/watch?v=by2tIeqCsxU&index=2&list=PLmOh5ff4mdPVXydcXvTwrGFzX_oGoj-Ft

      Elimina
    2. Anonimo, hai di nuovo dimenticato di prendere le tue pillole...

      Elimina
  8. Come è possibile che Satana sia il principe di questo mondo se Gesù con il suo sacrificio ha redento l'umanità dai suoi peccati? altro punto: com'è possibile per l'uomo avere il libero arbitrio se egli trova limitazioni forti come la condanna all'omosessualita?. Altro punto, occorre definire meglio il perchè l'atto omosessuale ( e non si sa il perchè) sia da considerare intrensicamente disordinato e quindi promiscuo, come sa sia una questione riguardante solo l'omosessuale e non anche l'eterosessuale? e anocra: Come posso esser giudicato dopo la morte per il mio orientamento, pur essendo animato da principi buoni e da buoni intenzioni da un legislatore ultraterreno? in tal caso sarebbe un processo alle intenzioni e di conseguenza dovrei scontare una pena eterna pur essendo stato in vita moralemente buono! e in aggiunta: com'è possibile considerare l'omosessualità come un atto contro natura se esso è radicata nell'essere umano ? se cosi non fosse non avremo nessuna idea di eterosessualità e tutti ci occoppieremo secondo un'unica direzione; è come se io chiedessi ad un animale che si riprodice da solo di spiegare ad un mammifero che cosa sia il rapporto sessuale. Quell'animale, perplesso, mi guarderebbe e non troverebbe nessuna risposta a una tale richiesta, perchè il sesso non è contemplato secondo la sua natura. Queste e molte altre domande potrebbero far crollare tutto un intero apparato di idee secondo le quali l'omosessualità sia da considerarsi come un atto impuro e disordinato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Com'è POSSIBILE? Io ti CHIEDEREI, com'è possibile che FAI E CERCHI LE DOMANDE NEL POSTO SBAGLIATO E PER QUESTO RIMANI NELLA TUA IGNORANZA? IMPARA:
      https://www.youtube.com/watch?v=TaKfHycuKDU&index=21&list=PLmOh5ff4mdPVXydcXvTwrGFzX_oGoj-Ft

      https://www.youtube.com/watch?v=by2tIeqCsxU&index=2&list=PLmOh5ff4mdPVXydcXvTwrGFzX_oGoj-Ft

      https://www.youtube.com/watch?v=LLhYnCja08E&index=11&list=PLmOh5ff4mdPVXydcXvTwrGFzX_oGoj-Ft

      Elimina
  9. Ho visto ex Soddom e Homorra. É terribile. Abbiate la pace.

    RispondiElimina
  10. Ho visto ex Soddom e Homorra. É terribile. Abbiate la pace.

    RispondiElimina
  11. Ho visto ex Soddom e Homorra. É terribile. Abbiate la pace.

    RispondiElimina
  12. Quanta ignoranza.... Gesù NON ha MAI accettato l'omosessualità MANCO per NIENTE. Quando dice quella cosa sull' "Eunuco" , alla DOMANDA se 'CONVIENE SPOSARSI' Lui intende ci sono alcuni che diventano eunuchi nel senso 'CASTRATI', cioè o il sacerdote si DONA al regno dei cieli E QUINDI 'castrazione mentale' o altri uomini 'hanno castrato altri uomini' e sono diventati EUNICHI, OPPURE ci sono quelli CHE NASCONO COSI', ovvero NON HANNO - COME CRISTO - NESSUN MINIMO INTERESSE PER IL SESSO E IL MATRIMONIO. Siete dei menzonieri come satana. e volete confondere le idee... vergognatevi.
    Ed imparate:

    https://www.youtube.com/watch?v=GbZ1cxvTfNM&index=23&list=PLmOh5ff4mdPVXydcXvTwrGFzX_oGoj-Ft

    https://www.youtube.com/watch?v=gwtI6Y7xsLc&index=24&list=PLmOh5ff4mdPVXydcXvTwrGFzX_oGoj-Ft

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' questo il problema di alcuni cristiani come te, credere ad un testo scritto senza comprendere l'amore di Gesù che è Dio e che ha verso tutto il creato, e per colpa di persone così si infanga e si rovina una religione di amore e tolleranza che il figlio di Dio cercò di insegnare.

      Elimina
    2. Almeno sappiamo che gli omosessuali che ora i cristiani come te perseguitano saranno beati come dice il vangelo:
      "Beati voi, quando vi oltraggeranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro a voi ogni sorta di male per cagion mia. Matteo 5:11"

      Elimina
  13. SATANA ESISTE. FATEVENE UNA RAGIONE.
    https://www.youtube.com/watch?v=IHeacT7rALU&index=16&list=PLmOh5ff4mdPVXydcXvTwrGFzX_oGoj-Ft

    RispondiElimina
  14. "un omosessuale fu accolto dagli apostoli nella Chiesa delle origini (Atti degli apostoli, 8:26-40)"
    Questo passo mi confonde.
    Ho controllato nella Bibbia e letto tutto il passo, ma non parla di nessun omosessuale, ma solo di un eunuco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve,

      il saggio originale (che non è il mio, ricordo), afferma che
      nell'antichità gli eunuchi erano uomini a cui era affidata la cura
      delle donne, che potevano entrare nelle parti delle case
      aristocratiche riservate alle donne per servirle. Sempre secondo il
      saggio originale, questi eunuchi potevano essere o omosessuali oppure
      uomini che erano stati castrati (ciò che comunemente si intende oggi
      con la parola «eunuco»).

      Dal fatto che l'eunuco citato nel brano degli Atti degli Apostoli stia
      leggendo un brano della Bibbia riferito a qualcuno che è stato
      rifiutato dagli altri, gli autori del saggio originale deducono che
      l'eunuco in questione non fosse un castrato ma un omosessuale.

      Per ulteriori dubbi consiglio la lettura del saggio originale:
      http://www.wouldjesusdiscriminate.org/biblical_evidence/early_church.html

      Saluti

      Elimina
  15. Bestemmiatori... esorterici, masoni, stregoni, agenti di diavoli... qui vi permette a scrivere queste immondizie?

    RispondiElimina